Il Mercato di Genova vuole andare in porto. Parola d’ordine: internazionalizzazione

Tanti progetti in itinere e un sogno, l’internazionalizzazione, che potrebbe presto diventare realtà grazie alla vicinanza a uno dei porti di punta per i traffici di frutta e verdura: il Mercato di Genova pensa in grande, forte dei buoni risultati ottenuti nella piattaforma di Bolzaneto inaugurata 12 anni fa.
Così si apre l’articolo sul Corriere Ortofrutticolo a firma Mirko Aldinucci.
Internazionalizzazione da perseguire con un collegamento diretto con il porto di Genova.
“Avevamo già individuato dei mercati esteri di sbocco, ma il Covid ha rallentato i piani – sottolinea Giovanni Vassallo, presidente di Società Gestione Mercato -. Ora li riprenderemo per concretizzare il prima possibile i nostri progetti. Sono grandi le potenzialità derivanti dal transito delle merci nel Porto Genova. Per noi l’internazionalizzazione è una strada obbligata: vogliamo essere protagonisti del cambiamento”.
Con le risorse del PNRR per il Mercato di Genova ci sarà inoltre l’opportunità di un ulteriore miglioramento del quadro generale con l’accentuazione della logistica per una movimentazione delle merci sempre più smart, consegne con mezzi elettrici fino all’ultimo miglio.
“In questo ambito andrà avviata una riflessione sugli orari perché siano sempre più al servizio dell’utenza e della clientela – dichiara Giovanni Vassallo -. Frutta e verdura saranno sempre più movimentati h24”
Leggi tutto l’articolo al link https://tinyurl.com/2fvbjymp

https://tinyurl.com/2fvbjymp